(it-en-es-gr-fr) La Paz (Bolivia) – Rivendicato incendio di un bancomat

ENGLISH

ESPANOL

GREEK

FRANCAIS

12 Aprile 2012
Rivendichiamo il sabotaggio di un bancomat della Pro Credit Bank of the Andes, situato nella zona di Miraflores (di La Paz), totalmente distrutto dal fuoco.

Questi sono nuovi momenti di insubordinazione e disobbedienza in Bolivia.

Nuove opportunità di riproporre e ridefinire i concetti di lotta per l’anarchia vediamo dalla lente dell’azione diretta e di tutte le sue sfumature, non dai vecchi e astratti concetti riformisti che non sono solo datati ma anche contrari alla sete di vendetta e distruzione che emerge dalle viscere, di urgente riappropriazione delle nostre vite, non di una vita corrotta dal denaro e del consumo, ma al contrario, una vita che va oltre i suoi limiti e le sue leggi, complice in ogni gesto di chi si scontra con il Potere.

Neghiamo ogni forma di autorità, rifiutiamo le frasi già fatte e ripetute fino alla morte dagli eruditi della rivoluzione che blaterano discorsi di un processo di cambiamento e di una disgustosa forma di antimperialismo e anticapitalismo del MAS (Movimento per il Socialismo, partito al governo in Bolivia). 

Non aspetteremo loro per dire quanto sia adeguato il contesto per la rivolta, le “giuste condizioni” per la lotta, fattori che eternamente ritornano per aspettare a farla finita con questa realtà. Decidiamo di scontrarci qui e ora, consapevoli di ogni azione, ogni passo che da ora in poi sarà una minaccia per il potere e la società che collabora ed è parte della distruzione del mondo in cui viviamo.

Azione in Solidarietà.
Stella Antoniou, compagna prigioniera in Grecia
Eat e Billy, compagni prigionieri in Indonesia.
Luciano Pitronello, forza per il processo, siamo con te.
I compagni della CCF in sciopero della fame. Per il dibattito costante e il rafforzamento della FAI-FRI.

Alcuni Ribelli Notturni – FAI/FRI

PS. Affinché non resti un atto isolato. Tutto il nostro disprezzo per il convertito Walter Bond – scusate… Abdul Haqq

 

This entry was posted in Squarci di Rivolta. Bookmark the permalink.